Come Guadagnare Senza Lavorare

Banconote

Vota questo articolo: 1  stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Nessun voto) Loading...

Il titolo di questo articolo è una sfida che pochi sono riusciti a vincere, nel mondo sono alcune decine di migliaia le persone che sono riusciti a trovare il modo di come guadagnare senza lavorare. Con ciò non intendo dire che sia possibile guadagnare senza fare niente, perché un minimo di lavoro ci vuole sempre per creare il presupposto che ci possa dare una rendita e farmi guadagnare mentre dormo. Ci sono 2 modi per ottenere questo risultato, quello probabilistico e quello deterministico. Un esempio del primo metodo è il gioco del Lotto con il quale ho una certa probabilità di vincere una certa cifra a fronte di un importo investito. Ma il gioco del Lotto non è equo, alla lunga si perde sempre e quindi non è possibile guadagnare con il gioco del lotto. Meglio invece utilizzare il metodo deterministico, ovvero avere un ritorno certo sul capitale investito anche se non precisamente determinabile ma entro un certo limite.
Alcuni anni fa ho realizzato, con l’aiuto di un mio amico esperto di computer, un sito in cui inserivo quasi giornalmente le schede degli agriturismi italiani suddivisi per regione. Sul sito il mio amico aveva inserito il codice di Google Adsense che mi permetteva, a fronte delle visite dei navigatori e dei conseguenti click ricevuti, di guadagnare un po’ di euro, nel periodo migliore anche fino a 10 Euro al giorno, soldi che riuscivo a guadagnare senza lavorare anche se avevo, in precedenza, impiegato del tempo per inserire le schede degli agriturismi. Un caso italiano di persona che ha trovato la soluzione su come guadagnare senza lavorare, cifre che arrivano a 700.000 euro, è Salvatore Aranzulla, un giovane ragazzo siciliano che, scrivendo sul suo blog articoli su come risolvere diversi problemi tecnici con il PC, ottiene oltre un milione di visite che generano un guadagno annuale da Paperon de’ Paperoni. La capacità di scrivere e guadagnare online non è cosa da tutti, bisogna dedicarsi quotidianamente e creare valore per i lettori che piano piano cominceranno ad aumentare ed a cliccare sempre di più sui banner pubblicitari che sono la principale forma di guadagno. Infatti uno dei metodi è quello di inserire della pubblicità nel sito che può essere un annuncio di Google Adsense oppure un’affiliazione a Tradedoubler o Zanox. Questi servizi permettono, a fronte dell’inserimento di un banner, di guadagnare una parte dell’importo pagato dall’inserzionista.
Sbirciando su alcuni siti esteri, in particolare negli stati uniti, ce ne sono alcuni che pubblicano anche su base mensile, un report con gli importi guadagnati mese per mese, e le cifre sono da capogiro, i migliori riescono a guadagnare fino a 150.000 dollari al mese come Pat Flynn che con il suo blog http://www.smartpassiveincome.com nel mese di aprile 2015 ha realizzato un guadagno netto di 86.371dollari.
Questo articolo è solo un accenno su come guadagnare senza lavorare, intendendo con questo che bisogna pur sempre lavorare ma almeno si farà in completa autonomia, negli orari che preferisci. Se hai una tua esperienza a riguardo ti invito a commentare.

Lean Startup: come creare Modelli di Business di Successo

Vota questo articolo: 1  stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Nessun voto) Loading...


Lean Startup è una metodologia per creare nuovi modelli di business e nuovi prodotti proposta da Eric Ries nel 2011. Il libro scritto da Ries Partire leggeri. Il metodo Lean Startup: innovazione senza sprechi per nuovi business di successo è diventato un Bestseller assolutamente da leggere da chi vuole apprendere questa metodologia snella. Nel creare questo metodo Eric si è basato sull’esperienza in alcune Startup avviate negli Stati Unici  e terminate con un fallimento. L’insuccesso di queste Startup fu identificata da Ries nel fatto che ci si era focalizzati principalmente sul prodotto e non sul soddisfacimento del reale bisogno del cliente, si era sprecato molto tempo ed energia per il lancio del prodotto. La metodologia Lean Startup si basa sulla Lean Manufacturing (produzione snella) la quale afferma che ogni risorsa spesa per creare qualcosa che vada oltre il reale valore per il cliente può essere eliminato. Vista da parte del cliente per valore si intende qualsiasi azione o processo per il quale il cliente è disposto a pagare. A sua volta la produzione snella è una filosofia manageriale che ha origine nel Sistema di produzione Toyota che da una piccola azienda è diventata la più grande casa automobilistica al mondo.

I principi Lean Startup

  • Minimo Prodotto Fattibile (MPF) – Minimum Viable Product (MVP): è il prodotto minimo che permette di raccogliere il maggior numero di informazioni dal cliente e dal mercato a fronte del minor sforzo. Lo scopo del minimo prodotto fattibile è quello di testare le prime ipotesi sul prodotto nel minor tempo possibile per accelerare il ciclo di Creazione-Misurazione-Apprendimento;
  • Sviluppo continuo (Continuous deployment): è il processo in cui il codice prodotto per un’applicazione è subito sviluppato in produzione riducendo notevolmente i tempi;
  • Test A/B (Split Test): è un esperimento in cui si immettono sul mercato due versioni dello stesso prodotto per misurarne l’impatto ed il comportamento dei clienti e valutare quale versione fornisce maggiore valore per il cliente;
  • Metriche misurabili (Actionable metrics): Nel valutare i risultati di un prodotto sul mercato bisogna selezionare degli indicatori traducibili in azioni e non i cosiddetti indicatori delle vanità.